Endorfine

Marangoni Cioccolato Macerata

L’attenzione per la qualità e la ricerca della bellezza, sono linfa vitale del nostro lavoro. Marangoni Cioccolato da sempre parla la lingua di quanti, con passione, maestria  e delicatezza,  portano avanti questo obiettivo, nonostante i tempi e le evoluzioni, dando vita ad un prodotto di sempre rinnovato prestigio.

Blocco Note

Sorpresa per Uova

Les Friches | Endorfine

Un’azienda però è molto di più della somma del lavoro e del prodotto è anche territorio, sostenibilità.  Per questo nel 2014, quando l’azienda artigianale a gestione familiare si è arricchita di nuove leve,  è nato il ‘Endorfine’, progetto di collaborazione con una realtà associativa locale, Les Friches, che condivide con noi le stesse finalità, mirare all’eccellenza attraverso il fare manuale.

Blocco Note

Sorpresa per Uova

Il Progetto

Il progetto, dal respiro ampio, mira alla realizzazione di oggetti di design e all’ideazione di percorsi laboratoriali attraverso il riuso di alcuni materiali di scarto della nostra azienda. Lo studio dei materiali stessi e di alcuni prototipi specifici ha portato quest’anno alla luce, ‘Ri-tagli a sorpresa’, originali idee per le uova pasquali.  Prende forma così una linea di uova sostenibili che nascondono al proprio interno dei bizzarri oggetti scaturiti dalla creatività e manualità de Les Friches.

Sorprese Numerate

Essendo il percorso artigianale, ne risulteranno sorprese tutte diverse pur mantenendo la stessa tipologia, ma i Ri-tagli, i particolari in evidenza, il gioco di forme e grafiche, saranno sempre nuovi dando unicità al prodotto. Durante questa Pasqua 2015 troverete quindi da noi una serie limitata di uova da collezione, con sorprese calibrate per ciascuna dimensione e numerate. Convinti che si cresca anche creando delle reti sul proprio territorio, innovando e rinnovando il proprio prodotto attraverso la ricerca e la contaminazione, puntiamo molto su ‘Endorfine’, su questa collaborazione e sui risultati positivi che può offrire.

Blocco Note Foto d'Insieme

Sorprese Uova di Pasqua

Zelten

 

 

 

 

Zelten
Buongiorno a tutti amici e amanti delle cose buone.
Da poco abbiamo iniziato a collaborare con i foodbloggers perché crediamo che sia una cosa interessante.

Riportiamo le loro ricette per darvi degli spunti, credendo che un buon momento in cucina,
magari in compagnia di amici o della famiglia sia molto importante.

Blog: Omin di Pan Pepato

Info
Come promesso, eccomi a presentarvi il mio dolce natalizio preferito: lo zelten, un meraviglioso pane di frutta secca, presente da secoli nella tradizione altoatesina e declinato in più versioni nelle varie zone che fanno capo alla cultura tirolese.
Le varie ricette non si differenziano molto le une dalle altre: profusione di frutta disidrata e a guscio, farina integrale, preferibilmente di segale (l’unico cereale coltivabile sopra quota 1600 mt), spezie, miele in quantità e profumi agrumati.
Lo zelten nacque nelle cucine nobiliari dell’area dolomitica nel corso del medioevo e, originariamente, veniva preparato in grandi quantità il 23 Dicembre e consumato nel corso delle feste; d’abitudine, se ne realizzava uno di grandi dimensioni per la famiglia e svariati, più piccoli, da regalare ad ogni membro della servitù.
Strano a dirsi, si trattava di un dolce, tutto sommato, povero.
Oggi, invece, preparare uno zelten può essere molto costoso, a causa dei prezzi proibitivi della maggior parte degli ingredienti di cui si compone, ma per una volta l’anno direi che si può fare.

Questa ricetta mi è stata data tanti anni fa da una vicina di casa della mia nonna, una rubiconda signora bolzanina che si era trasferita nel Chianti e che, in occasione del suo primo Natale in Toscana, si presentò al cancello con questa delizia profumata di arancia e finemente decorata di mandorle e nocciole glassate di miele dorato: nessuno dei miei familiari ne aveva mai sentito parlare e ne rimanemmo tutti stregati, al punto da chiederle la ricetta, che lei, generosamente, ci concesse.
Da allora, ogni anno, lo zelten non manca mai sulla nostra tavola natalizia: la mia mamma ne prepara varie pezzature, con largo anticipo, per offrirle agli amici in visita, ma conserva la meglio riuscita, quella con le decorazioni più ricche, per il centrotavola del pranzo del 25.
Quest’anno, contrariamente alle mie previsioni, domenica saremo a casa mia, quindi ci ho pensato io.

Ecco, quindi, per tutti voi, il mio zelten di Natale.
Ricetta
Ingredienti per la marinatura:
500 gr di fichi secchi
200 gr di uva sultanina
100 gr di canditi misti a dadini
100 gr di Granella di Nocciole Life
100 gr di Pinoli di Cedro Siberiano Bio Salute
100 ml di grappa alla frutta (io ho usato un liquore alla mela e cannella)
2 cucchiai di Miele d’Arancio Luna di Miele
1 cucchiaio di Spumadoro Fraccaro Dolciaria
Procedimento:
Il giorno prima di preparare lo zelten, dadolate i fichi secchi, mescolateli al resto della frutta e bagnateli con la grappa, il miele e la Spumadoro. Lasciate riposare coperto a temperatura ambiente per tutta la notte.
——————————————————————————–
Ingredienti per l’impasto:
200 ml di acqua
1 cucchiaio di olio di semi
150 gr di Farina Manitoba Rosignoli Molini
100 gr di farina di segale
1 cucchiaino colmo di Pain d’Epices de Colmar Il Mondo delle Spezie
1 cucchiaino di kummel
1 cucchiaio di Miele d’Arancio Luna di Miele
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra secco
Procedimento:
Impastate gli ingredienti con la macchina del pane, al beep aggiungete la frutta marinata e lasciate lievitare fino al termine del programma.
Estraete il composto dal cestello: sarà molto appiccicoso, quindi vi consiglio, per non sporcare troppo il piano di lavoro, di deporlo direttamente sulla carta speciale, appoggiata sulla teglia da forno.
Dividetelo in 4 parti e modellate 4 zelten rotondi o rettangolari, dello spessore di 4 cm circa. Aiutandovi con la lama di un coltello, pareggiate i bordi e la superficie.
——————————————————————————–
Ingredienti per la decorazione:
Nocciole
Mandorle
Miele d’Arancio Luna di Miele
Albicocche Denocciolate Disidratate I Gusti Vegetali
Ciliegie candite
Bon Bon Frutta Marangoni Cioccolato, scelti tra i gusti che più vi ricordano il Natale (per me, Arancia, Dattero, Zenzero e Fichi)
Procedimento:
Affondate le nocciole e le mandorle nella superficie dello zelten, in modo da creare dei motivi decorativi e infornate a 180°. Ogni 10 minuti, aprite lo sportello del forno e cospargete generosamente di miele. Cuocete per circa 40′, finché i dolci non saranno di un bel marrone scuro, quindi sfornate e fate raffreddare completamente.
Terminate le decorazioni, aggiungendo ciliegie candite e albicocche disidratate e, al centro, un bon bon di frutta secca a piacere, ricoperto di cioccolato (quest’ultima è un’aggiunta personale, che appronto, peraltro, poco prima di servire in tavola), fissandoli con un’ulteriore goccia di miele.
Potete conservare gli zelten anche per diversi giorni, avvolgendoli stretti nella pellicola e chiudendoli in una scatola di latta.

© Copyright Marangoni Cioccolato - P.iva IT01293020432 - Designed by Valentina Marchionni - Scrivici -